Seleccionar página

Le palpebre che presentano la piega anti-mongolica, una caratteristica che rende il viso stanco e abbattuto, possono essere corrette.

Anatomicamente in alcune persone la rima palpebrale si presenta obliqua e orientata verso il basso e verso l’esterno come negli orientali (viene definito infatti occhio asiatico).

Si pratica un’incisione a Y inclinata nei margini palpebrali esterni e si sposta il canto esterno più in alto, da cui il nome cantoplastica.

L’intervento di cantoplastica si esegue in anestesia locale e non richiede ricovero: già dopo 4 giorni si tolgono i punti mentre le cicatrici diventaranno invisibili in 30-60 gg.

L’intervento per correggere la piega palpebrale può essere eseguito sia su pazienti di razza caucasica sia su pazienti asiatici, in questo caso l’intervento rientra non nella chirurgia estetica degli occhi ma nella cosidetta chirurgia estetica etnica e viene eseguito allo scopo di occidentalizzare lo sguardo.

VIDEO DELL’INTERVENTO DI CANTOPLASTICA ESEGUITO DAL DR. MASSIMO RE